Sport
Fermana. Una domenica da ricordare per Guerra, contro il Renate il ritorno in Serie C dopo sei anni: "Che bello esordire con la maglia gialloblù!"

Ha riassaporato la Serie C a distanza di sei anni e lo ha fatto esordendo dall’inizio con la maglia della Fermana. La gara di Renate per il terzino Walter Guerra sarà ricordata per tante ragioni. 

Fermana. Una domenica da ricordare per Guerra, contro il Renate il ritorno in Serie C dopo sei anni:

La vittoria, la testa della classifica e le sensazioni provate con la maglia canarina addosso, dopo il suo arrivo in gialloblu quest'estate, sono state un mix perfetto per tornare al lavoro settimanale.

“E’ stato un buon inizio di Campionato e devo dire che è stato bellissimo esordire con questa maglia: domenica ero carichissimo. La Fermana è una società prestigiosa, una bella piazza con una storia gloriosa e un presente importante; per me è stato motivo d’orgoglio poter tornare in Serie C con la sua maglia".
Soprattutto dopo che negli ultimi anni il terzino ha dovuto affrontare di tutto: “Sono stato fermo a causa di un grave infortunio, sono ripartito dall’Eccellenza, tornato in serie D e poi finalmente ho riassaporato il professionismo”.


Insomma quello che ci voleva per tornare al massimo?
“In realtà ogni settimana è molto intensa e il mister chiede il massimo a tutti noi. Non si sbilancia mai, quindi non è facile capire chi giocherà e chi no. Sappiamo che comunque tutti siamo coinvolti e, anche se per pochi minuti, siamo tenuti tutti in considerazione. Nel lavoro settimanale ci sono alta intensità, sana competizione e massimo altruismo".


La sua prima esperienza in serie C è stata comunque formativa?
“Sicuramente. Ho fatto due stagioni a Viareggio, in prestito dal Napoli dove feci il ritiro con mister Mazzarri e la prima squadra. Il primo anno riuscii a conquistarmi il mio spazio nella parte centrale, ma il subentrato mister Cuoghi nel finale si affidò ai più esperti, dovevamo salvarci. Era il Viareggio di Simone Zaza che in quei mesi esplose: venne a gennaio dalla Juve Stabia, aveva una cattiveria incredibile e si mise in luce a suon di gol”.
Bisogna, però, guardare avanti: “Sempre. Abbiamo una partita molto delicata e difficile domenica col Ravenna e dovremo mettere in campo tutto ciò che abbiamo fatto finora. Siamo un gruppo molto unito e sono sicuro che nessuno si risparmierà”.

Letture:1182
Data pubblicazione : 04/10/2018 15:41
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications