Sport
Fermana F.C. Destro: "Ci alleneremo anche a Pasqua", punizione o concentrazione alta? E sulla gara di Vicenza: "Lerda è un tecnico preparato e tra noi c'è grande stima"

Prima della seduta del giovedì, al 'Postacchini' di Capodarco, il tecnico di Rivoli ha fatto il punto della situazione analizzando la gara di domenica scorsa e proiettando lo sguardo alla gara del 'Menti'.

Fermana F.C. Destro:

I canarini tornano a sudare sul sintetico del 'Postacchini' di Capodarco in vista del recupero di Mercoledì 4 Aprile al 'Romeo Menti ' di Vicenza contro i biancorossi, da pochi giorni penalizzati di 4 punti e scesi a quota 27 in graduatoria.

"Oggi è solo un inizio, poi da domani inizia la settimana tipo. Manca la gara della domenica ma restiamo concentrati perchè c'è un obiettivo ancora da raggiungere. E' una Pasqua strana perchè non giochiamo, il calendario putroppo è così ma non importa perchè noi ci alleneremo anche a Pasqua e il Lunedì Santo. Sarà una Pasqua anomala in tutti sensi".

Dichiarazione che a freddo lascia qualche dubbio: si tratta solo di mantenere alta la concentrazione o c'è dell'altro?

Sul nuovo tecnico del Vicenza Franco Lerda, mister Destro ha spiegato:"Lerda è un allenatore preparato che conosce bene il calcio e credo che darà una grossa mano all'ambiente per risollevarsi da questo momento difficile. Con lui c'è un rapporto di grande stima, ho imparato tante cose anche da lui e sono convinto che ce la metterà tutta".

Riguardo alla penalizzazione che ha colpito il Vicenza e su eventuali cali di tipo psicologico, il tecnico di Rivoli ha chiarito subito: "Non credo che influisca, bisognerebbe chiederlo ai loro giocatori. Credo che loro la stessero aspettando, forse anche più corposa quindi sono pronti. Il Vicenza è una squadra può far bene, ha giocatori di qualità e il campionato è ancora aperto".

Sul modulo che Lerda potrebbe mettere in campo, Destro dice la sua: "In genere gioca con il 4-3-1-2 ma c'è da vedere che situazione ha trovato, molto dipende da come vorrà affrontare questa partita. Intanto abbiamo la gara di sabato da poter studiare e poi tireremo delle conclusioni. Noi contro la Feralpi Salò abbiamo cambiato perchè avevamo una situazione infortunati particolare. Sperotto è l'unico terzino sinistro che abbiamo in rosa e senza di lui o adattiamo un altro calciatore su quel ruolo o confermiamo la difesa a tre. Petrucci si è sacrificato tanto ma è essendo un mancino gli rimane più facile fare la fase difensiva sulla sua fascia, poi avevamo anche Gennari fuori. Ho scelto di giocare quasi a specchio, loro avevano il vertice basso con Emerson e noi quello alto con Da Silva".

L'infermeria in parte dovrebbe svuotarsi ma non tutta: "Sperotto non credo che riuscirà a tornare disponibile per la gara del 'Menti', mentre Gennari trattandosi solo di un pestone dovrebbe riuscire a farcela, così come Valentini".

Su Valentini che potrebbe tornare in porta e i numerosi moduli cambiati in corsa: "Valentini credo che abbia fatto molto bene fin qui. E' un giocatore che io tengo in grandissima considerazione ma è ancora presto per dire chi giocherà e chi no. Sui moduli – continua Destro – quando un allenatore ha la fortuna di avere dei ragazzi che lo seguono, allora credo che si possa cambiare in base ai momenti che uno attraversa nel corso dell'anno e con uno sguardo alle condizioni fisiche dei ragazzi. Questo modulo ci ha consentito di stare maggiormente nella metà campo avversaria, per noi una necessità visto che nelle ultime gare (Pordenone e Bergamo) non avevamo raccolto nemmeno un punto".

Sulla gara appena archiviata contro la Feralpi Salò il tecnico canarino analizza gli aspetti positivi e quelli invece da rivedere: "Abbiamo subito un gol balordo che poteva essere evitato ma tolto questo fatto il resto è stato tutto davvero positivo. La squadra ha reagito, ha creato e non ha mollato mai, vincendo moltissimi duelli e siamo stati bravi a raddoppiare. La situazione sul loro gol andava gestita meglio, così come qualche mischia dove ancora non riusciamo a buttarla dentro, ne è un esempio l'ultima azione di Maurizi. Quando andiamo a saltare nell'area avversaria dobbiamo essere più cattivi, dobbiamo cercare di prenderla più noi la palla anzichè gli altri, anche perchè domenica avevamo una squadra alta con molti saltatori. Ironia del calcio, abbiamo segnato con un tiro da 30 metri".

Su Saporetti mister Destro ha speso parole di elogio: "Saporetti ha fatto molto bene, tenendo conto che non giocava da moltissimo tempo e che di fronte aveva il capocannoniere del campionato (Guerra)".

Letture:1443
Data pubblicazione : 29/03/2018 15:59
Scritto da : Paolo Oriferi
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications