Sport
Fermana, la "rinascita" di Lupoli finisce anche sulla Gazzetta dello Sport. "A Fermo mi sento come in una famiglia, a 30 anni non posso più sbagliare"

In casa Fermana è l'uomo del momento: Arturo Lupoli ha marchiato a fuoco il terzo successo consecutivo dei canarini realizzando una tripletta nel 5 a 1 maturato domenica scorsa sul campo del Santarcangelo.
Ma il trentenne attaccante nativo di Frattamaggiore aveva già trovato la via della rete a Bolzano contro il Sudtirol, segnando il gol che aveva dato il là alla rimonta dallo 0-2.

Fermana, la

4 presenze e 4 marcature: un avvio scoppiettante per un giocatore che agli inizi degli anni 2000 era considerato una delle grandi promesse del calcio italiano al punto che Arsène Wenger, l'allenatore dell'Arsenal, l'aveva voluto ai Gunners e poi l'aveva fatto esordire in Premier League non ancora 20enne e in una squadra che in quella stagione (2005-2006) raggiunse la finale di Champions League a Parigi contro il Barcellona.

 

Varie vicissitudini hanno poi impedito a Lupoli di avere una carriera all'altezza delle aspettative, ma questa sua "rinascita" all'ombra del Girfalco non è passata inosservata nemmeno ai media nazionali. Quest'oggi la Gazzetta dello Sport ha infatti dedicato un articolo a Lupoli, che non ha esitato a spendere parole importanti nei confronti dell'ambiente gialloblù. ""Mi sono trovato più in famiglia in 20 giorni qui che in squadre dove ho passato anni. Devo ringraziare il d.g. Conti: ha fatto di tutto per convincermi".

 

Lupoli è perfettamente consapevole di non potersi cullare sugli allora ma di dover sfruttare fino in fondo l'occasione offertagli dalla Fermana: "Quest'anno non posso più sbagliare, ho sprecato troppe stagioni e ora a 30 anni devo lasciare il segno", si legge nel pezzo realizzato da Nicolò Schira.

 

E chissà che, continuando a gonfiare la rete, Lupoli non possa spingere la Fermana anche oltre il dichiarato obiettivo stagionale della salvezza, continuando a scrivere altre pagine di quella che comincia già ad avere i contorni di una bellissima favola di rinascita sportiva.

 

 

Letture:2458
Data pubblicazione : 28/09/2017 16:00
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications