Sport
Fermana, i 22 convocati per la sfida al Romagna Centro. Molinari già pregusta la festa: "La svolta dopo Agnone, portare a casa questo campionato sarà qualcosa di unico"

Rifinitura al Postacchini come sempre per la Fermana, già pronti per il match che domani alle 20.30 li opporrà al Romagna Centro.
Telegrafico il commento di Mister Destro: “Affronteremo una squadra in salute, giovane e dinamica, che sta attraversando un buon momento di forma e che di sicuro vorrà mettersi in mostra. Noi a Pineto abbiamo speso tante energie: ovviamente questo non ci impedirà di fare la nostra solita partita al massimo del cuore e della grinta, cercando di strappare un altro risultato importante. Sicuramente potremo contare sul sostegno incessante dei nostri tifosi che ci sproneranno dal primo all’ultimo secondo per portare a casa quanti più punti possibile”.

 

Fermana, i 22 convocati per la sfida al Romagna Centro. Molinari già pregusta la festa:

Ed ecco di seguito l’elenco dei giocatori convocati da Mister Destro: Amendola, Bottaluscio, Clemente, Cremona, D’Angelo, Di Pinto, Fazzini, Ferrante, Gadda, Ispas, Comotto, Maghzaoui, Mane, Margarita, Misin, Molinari, Moretti, Musumeci, Petrucci, Sene, Valdes, Valentini.

 

INTERVISTA AD HERNAN MOLINARI

E’ il gaucho Molinari, “il cannibale delle aree di rigore”, attaccante di razza nato a La Plata ma ormai italiano d’adozione con le quasi 250 reti messe a segno nel Bel Paese, l’uomo scelto per dare voce allo spirito dello spogliatoio canarino alla vigilia del decisivo match con il Romagna Centro che i gialloblù giocheranno in posticipo domani sera alle 20:30 in uno Stadio “Bruno Recchioni” vestito a festa.
Alle 15.00, intanto, andranno in scena tutti gli altri incontri del girone: se il Matelica vice-capolista non riuscisse a battere la Vis Pesaro, la matematica certezza della promozione in Lega Pro potrebbe arrivare prima del tempo.
Niente che comunque riesca a smorzare l’entusiasmo e la voglia di vivere una gara storica per questi colori e questa società: un’attesa che dura da undici anni e che sta per finire.
“Vietato abbassare la guardia, come dice sempre il Mister – ha esordito davanti ai giornalisti Molinari – logico che sarà una situazione particolare perché scenderemo in campo consapevoli del risultato dei nostri avversari, ma questo non ci deve minimamente condizionare. Noi fino all’ultima gara continueremo ad allenarci per vincere ogni partita e onorare il campionato. La nostra forza nel corso di tutto l’anno è stata quella di poter contare su un gruppo fantastico ed unito, così sono arrivate le nostre vittorie: ora testa solo sulla partita”.
“Le nostre vittorie sono state frutto della nostra grinta e della nostra formidabile determinazione. Giocare bene non è mai stato il nostro primo pensiero. Io poi, da tifoso dell’Estudiantes, sposo in pieno la filosofia del club di cui porto un tatuaggio sulla pelle e affermo con forza che il mio pensiero è solo quello di vincere e basta, non importa come, anche un gol di mano va bene se porta i tre punti – scherza Molinari – a parte tutto, devo sottolineare come il nostro grande collante della stagione sia stato un professionista carismatico e serio come Mister Destro. Senza di lui non so se ce l’avremmo fatta. La Fermana di quest’anno è stata come un pugile: ha preso dei pugni, è caduta, ma ha saputo rialzarsi e chiudere la bocca a tutti, non lasciando più niente a nessuno. Il Mister sa sempre quello che vuole e ci ha trasmesso una grande mentalità, quella del lavoro, quella vincente. Con la stessa grinta e fame che abbiamo avuto sempre ora arriveremo alla fine e coroneremo questo sogno”.
Una città intera è in delirio e aspetta trepidante di vivere una grande gioia e una serata di festa insieme ai suoi eroi.
“Domenica, senza Comotto, Forò e Misin, il Mister mi ha dato il grande onore e la grande responsabilità di indossare anche la fascia da capitano, l’ho vestita per mezz’ora con orgoglio e la vittoria finale è stata ancora più bella – ha concluso il puntero - Fermo è una piazza che respira calcio da sempre, dal 2006 ad oggi ha sofferto tantissimo, e oggi sta finalmente risalendo dal buio. Portare a casa questo campionato sarà qualcosa di unico perchè a trionfare saranno una città, una società ed una tifoseria che sono sempre sempre rimasti uniti e insieme ce l’hanno fatta, come ho detto sin dal primo giorno che sono arrivato. Dopo la gara persa ad Agnone ci siamo stretti ancora di più: lì è stato messo il seme di questa grande cavalcata, che nessuno di noi si aspettava così trionfale. Essere arrivati qui tutti insieme e non da favoriti è uno spettacolo. Io credo infatti che ad inizio anno si faccia una rosa e solo durante l’anno si formi poi la squadra: quest’anno si è visto che squadra siamo e di che pasta siamo fatti”.
Un’atmosfera unica avvolge già il Bruno Recchioni, in giro si sente dire che Fermo giovedì notte tornerà a brillare:” I nostri tifosi sono speciali: non lo dico solo ora, ma da sempre, infatti anche quando le cose non andavano per il verso giusto hanno sempre continuato a seguirci e spronarci – l’appello finale di Molinari – per questo chiedo di cuore a tutta la città e la provincia di Fermo di venire domani allo stadio perchè davvero tutto l’ambiente merita una festa e un’emozione grande come quella che sarà. Per noi giocatori, per lo staff tecnico e medico, per tutta la società e i tifosi spero che lo stadio sia gremito e che rimarremo tutti insieme fino all’alba. Sin da quando sono arrivato ho sognato di vivere momenti così e penso di interpretare anche il pensiero di tutti i miei compagni che hanno scelto questa maglia. Vincere è sempre bello, ma quando si sente quella Curva ruggire le emozioni si amplificano e tutto diventa speciale. L’emozione del boato della Duomo dopo il mio primo gol lì sotto quest’anno me lo ha dimostrato: tutto l’ambiente ha meritato la grande gioia che stiamo per vivere”

Letture:2318
Data pubblicazione : 12/04/2017 15:40
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications