Sanità
Disturbi alimentari. Spacca promette alle associazioni dei genitori, la riorganizzazione dei servizi sanitari

Il Presidente Spacca, a seguito della lettera aperta da parte dei genitori di figli con disturbi del comportamento alimentare, ha incontrato ieri le associazioni dei genitori per affrontare il grave problema che affligge le famiglie spesso abbandonate a loro stesse.

Disturbi alimentari. Spacca promette alle associazioni dei genitori, la riorganizzazione dei servizi sanitari

Entro Marzo la delibera di riorganizzazione dei servizi sanitari. Questa è la promessa del Presidente della Regione ai genitori ricevuti a Palazzo Raffaello di Ancona alla presenza dell’assessore alle politiche giovanili Paola Giorgi, del direttore del servizio Sanità Ciccarelli e del direttore dell’Asur Genga.
Le famiglie sono state ascoltate proprio perché da questa collaborazione esca la migliore offerta di servizio per il supporto a chi deve affrontare questa strada lunga e difficile dei disturbi legati all’alimentazione. Un punto di partenza, hanno promesso a Palazzo Raffaello, sarà la predisposizione di ambulatori territoriali multidisciplinari che si prendano in carico il paziente in ogni fase. Dagli ambulatori si snoderà, poi, una rete assistenziale integrata ai presìdi ospedalieri.
L’obiettivo è quello di realizzare sin da subito tre punti di riferimento sulla Regione: nord, centro, sud e successivamente la dotazione di un ambulatorio per ogni area vasta. Sarà necessariamente formato il personale e coinvolte le famiglie per l’orientamento ai servizi.
Una iniziativa assolutamente necessaria in un territorio conosciuto nel mondo per la qualità della vita legata anche alla qualità del cibo. Quel cibo che a volte, purtroppo diventa un problema. Le famiglie non possono restare sole ad affrontare un percorso così difficile e di soluzioni mai uguali. Ogni persona ha la sua sensibilità, i suoi nodi da sciogliere e non esiste una cura valida per tutti. Per questo il supporto di strutture e personale esperto è sicuramente una strada da intraprendere al più presto per aiutare chi ha la triste esperienza di veder soffrire un figlio senza sentirsi in grado di aiutarlo.

 

Letture:4145
Data pubblicazione : 24/02/2015 15:38
Scritto da : Nunzia Eleuteri
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications