Economia
Nasce oggi “FidiPersona”, la società per il microcredito. La presidenza a Silvano Gattari

Nelle Marche ci sono 80 mila persone che non hanno un lavoro. Molti di loro sono alla ricerca di un’occasione per avviare un’attività in proprio. Poter disporre di un finanziamento, anche di piccola entità, può essere determinante per il successo di questi progetti di vita.

Nasce oggi “FidiPersona”, la società per il microcredito. La presidenza a Silvano Gattari
Nella foto: da sinistra a destra Mons. Menichelli, Gattari, Giannini, Picciaiola, Fortuna

Allo stesso modo, tante piccole e piccolissime imprese che hanno resistito alla crisi con fatica, potrebbero superare più facilmente le difficoltà, se potessero contare su un accesso al credito più flessibile e ritagliato sulle loro esigenze. “FidiPersona”, la società per il microcredito che si è costituta oggi potrà contribuire a sviluppare queste forme di finanziamento alle idee e alle persone, assumendo un ruolo fondamentale in termini di rilancio dell’occupazione e della tenuta sociale.”

Ad affermarlo i presidenti regionali di Cna e Confartigianato Marche Renato Picciaiola e Salvatore Fortuna intervenendo alla presentazione di “FidiPersona”, la prima società per il microcredito che si è costituita nelle Marche, grazie alla collaborazione di Confidi, Banche, Associazioni artigiane ed Università, con l’intento di dare credito a soggetti “sconosciuti” al sistema bancario, per supportare le loro iniziative e finanziare le loro idee. I soggetti che partecipano al progetto sono: Banca delle Marche, Cassa di Risparmio di Fano, Veneto Banca, le CNA e le Confartigianato delle Marche, Fidimpresa Marche, Cooperativa “Pierucci”, Cooperativa “Rabini” e Cooperativa “Kuferle”. Cicli di lezioni per le persone che otterranno il credito saranno organizzati con la collaborazione della Facoltà di Economia “Giorgio Fua’” dell’Università Politecnica delle Marche. Il presidente di “Fidipersona” sarà Silvano Gattari. Faranno parte del consiglio di amministrazione Renato Picciaiola, Silvano Verducci, Mauro Paolinelli e Luca Papi.  Il responsabile del progetto sarà Mario Pepe.
“Partiremo con un capitale iniziale di 640 mila euro” hanno precisato. Gattari e  Pepe “e con un insieme di soggetti coinvolti che ci rende unici in Italia. Attingeremo ai canali europei sia per la raccolta che per la copertura delle perdite e dedicheremo le nostre energie all’'educazione finanziaria. Daremo credito a giovani e meno giovani per iniziare o continuare attività d’ impresa fino a 25 mila euro e senza alcuna garanzia reale, a persone e famiglie  fino a 10 mila euro, e anche a chi sta attraversando un momento di difficoltà con l’obiettivo di favorire l’inclusione sociale. Costituita la società punteremo a coinvolgere gli altri attori dello sviluppo locale: la Regione, le Province, i Comuni, le Camere di commercio, le fondazioni e gli enti religiosi”.
Alla conferenza stampa di presentazione di “FidiPersona” sono intervenuti l’arcivescovo di Ancona Edoardo Menichelli, l’assessore regionale alle Attività Produttive Sara Giannini. Inoltre i rappresentanti delle banche e dei Confidi aderenti al progetto.
Quello del microcredito, che nasce nel 1976 grazie a Muhammad Yunus ed alla sua Grameen Bank, è un fenomeno in crescita in Italia, dove sono stati avviati 216 progetti di cui hanno beneficiato 55 mila soggetti, con 539 milioni di euro fino ad ora erogati. Gli interventi di microcredito sono andati a 33 mila famiglie, 9.600 imprese, 8.600 studenti e altri 3.700 beneficiari “indistinti” tra famiglie e imprese. Il valore medio di prestiti è stato di 9.800 euro. I programmi di microcredito hanno agevolato la nascita di 5.685 nuove attività imprenditoriali.
Letture:2912
Data pubblicazione : 13/06/2013 15:24
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • Silvano

    13-06-2013 19:11 - #1
    Inizia una bella sfida. Speriamo in buoni risultati.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications