Cronaca
Rissa tra adolescenti a Porto Sant'Elpidio, "Città e Futuro" propone incontri nelle scuole: "Situazione di degrado sociale, mancano valori e riferimenti: quest'episodio è solo la punta dell'iceberg"

Ha destato preoccupazione e sconcerto in tutta la comunità elpidiense la notizia che sabato pomeriggio oltre un centinaio di ragazzi minorenni si sono ritrovati nei pressi della stazione ferroviaria, dopo essersi dati appuntamento sui social, col solo intento di menarsi con pugni, calci e schiaffi.

Una "rissa organizzata" sventata grazie al pronto intervento della Polizia Locale e dei Carabinieri, al cui arrivo i ragazzi si sono subito allontanati. Un episodio comunque non per questo meno grave o allarmante, su cui si è voluto esprimere il direttivo di Città e Futuro, lista civica guidata dall'agente di Polizia Lorenzo Pezzola, che alle scorse elezioni di giugno ha fatto registrare un buon risultato per la coalizione a sostegno di Giorgio Marcotulli.

Rissa tra adolescenti a Porto Sant'Elpidio,
Lorenzo Pezzola

"Sabato pomeriggio anche Porto Sant'Elpidio, dopo gli episodi analoghi verificatisi negli ultimi anni nei comuni limitrofi, è diventata tappa e teatro delle risse in strada stile "Fight street", la nuova moda del weekend che spopola tra gli adolescenti delle scuole medie-superiori i quali, dopo essersi dati appuntamento sui social network, si incontrano per dare vita a veri e propri scontri - si legge nella nota -. Innanzitutto il Direttivo di "Città e Futuro" vuole esprimere un plauso alle forze dell’ordine per il tempestivo e risolutivo intervento, oltre che all’amministrazione, in particolar modo all’assessore Vitaliano Romitelli, immediatamente recatosi sul posto. L’episodio è l’espressione di una tendenza preoccupante che affascina sempre più i giovani tra i 13 e i 16 anni, che usano ogni minimo pretesto per lanciarsi "il guanto della sfida’ sui social, scegliendo il giorno, l'ora e il luogo dove incontrarsi e picchiarsi".

 

"Un remake, anche se in un contesto differente, dell'episodio che accadde sempre a Porto Sant'Elpidio nel marzo 2014, quando nel primo pomeriggio, prima dell'inizio dell'incontro di calcio di serie D tra Civitanovese e Fermana, gli esponenti delle due tifoserie scelsero di darsi appuntamento via social per picchiarsi all'interno della nostra pineta - continua la nota -. Senza scendere nel dettaglio, è chiaro che fenomeni di questo tipo siano solo la punta di un iceberg molto più complesso, fatto di degrado sociale, ma soprattutto di totale assenza di valori e riferimenti. Il Direttivo di "Città e Futuro", dopo un incontro convocato d’urgenza a seguito dello spiacevole episodio, ha intenzione di lanciare una serie di eventi all’interno delle scuole, proprio per trattare temi inerenti a fenomeni di questo tipo, al fine di creare un contatto diretto con i giovanissimi. La chiave di lettura, infatti, è che il primo passo verso un cambiamento di direzione sia proprio quello di stabilire un filo di comunicazione diretto tra le varie generazioni. Vedere questo fenomeno come un argomento legato squisitamente alla sicurezza, significa infatti tralasciare quella che è la vera radice del problema, l’aspetto sociale". 

Letture:1422
Data pubblicazione : 12/11/2018 13:19
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications