Cronaca
Dopo l'autopsia sul corpo di Emmanuel arrivano le prime certezze. Ma restano ancora dubbi sulla dinamica

Riscontrati un pugno tra mandibola e labbro inferiore, una frattura al cranio, segni di unghiate, un'abrasione al polso ed un ematoma a un polpaccio

Dopo l'autopsia sul corpo di Emmanuel arrivano le prime certezze. Ma restano ancora dubbi sulla dinamica

Dopo l'autopsia effettuata dal medico legale Alessia Romanelli, ci siamo risvegliati con alcune certezze: sul corpo di Emmanuel sono stati riscontrati i segni di un pugno, inferto tra mandibola e labbro inferiore, ed una frattura al cranio, alle quali si aggiungono segni di unghiate, un'abrasione al polso ed un ematoma a un polpaccio.

 

Ma abbiamo aperto gli occhi anche con molti dubbi su una dinamica che per Procura, difesa e accusa in alcuni passaggi continua a viaggiare su binari differenti.

 

Al punto che per quanto concerne la tipologia di reato commesso da Amedeo Mancini, nonostante l'accusa di omicidio preterintenzionale (con l'aggravante della finalità razzista, elemento questo non secondario) che al momento gli è costata la detenzione nel carcere di Marino del Tronto, potrebbe anche incanalarsi in un eccesso di legittima difesa.

 

Ipotesi che si sommano ad altre ipotesi, ma che fanno comprendere come sia necessario attenersi scrupolosamente agli sviluppi giudiziari, senza ulteriori e improvvisati passi in avanti.

Letture:4468
Data pubblicazione : 09/07/2016 02:03
Scritto da : Andrea Braconi
Commenti dei lettori
5 commenti presenti
  • oculato

    10-07-2016 10:54 - #5
    l'avidità economica dei magnati locali e la stupidità politica dei compagni sono purtroppo, per lo stomaco dei cittadini ONESTI, ulcere sanguinanti. Alla accoppiata vincente si associano anche le istituzioni che fingono di commuoversi per la morte un poveraccio, vittima di una rissa finita male, ma pur di speculare sull'accaduto, sparano insieme sentenze con la bocca ai fantasmi del razzismo e fascismo, invece con le mani continuano a riempirsi le tasche, gli uni con i proventi dell'oppressione fiscale, gli altri con i contributi destinati agli estracomunitari.Sarebbe ora che l'Italia degli onesti alzasse la testa.....
  • la mettiamo che c'è un omicidio commesso da un fascista con maglia di casa pound

    10-07-2016 00:07 - #4
    il risultato non cambia. omicidio. il vostro compaesano era un noto razzista e fascista. gira una foto evidente ripresa sulla scena dell'omicidio in cui porta la maglia di casa pound. sede da lui abitualmente frequentata. si può dire o è "diffamatorio" per questo sito?
  • prima de parla'informateve.....

    09-07-2016 18:23 - #3
    ora che la verita'sta venendo a galla come la mettiamoooo???? e'successo il contario di quello che la gente diceva senza sapere un bel cazzo!!!! tipo guardabassi di radiio out...fazioso ed arrogante...amico del don di capodarco...ora come la mettiamo????
  • un fermano

    09-07-2016 11:20 - #2
    Facciamo due conti? Al prete manager l'accoglienza ai migranti frutta piu' di 500.000 mila euro all'anno e a casaia il prete l'ascensore non l' ha messo e due anziani italiani e Fermani non razzisti non possono uscire di casa.
  • paolo

    09-07-2016 09:27 - #1
    avrei voluto vedere lo stato intervenire x i nostri morti x mano di albanesi romeni marocchini africani...a sant'angelo in vado l'anno scorso un ragazzo sgozzato da 2 albanesi...romeni ubriachi e senza patente giornalmente fanno secchi anche chi attraversa la strada sulle striscie...in sicilia il nero che ha ucciso la coppia di anziani che a loro volta lo ospitavano a pranzo...ma gianni alfani e pinotto renzi dove stavano??? non parliamo di don vinicio...opportunista...lui che fa parte della chiesa che ha contribuito allo sterminio degli ebrei...ma la sapete la storia???? s questo vuol dire essere razzista...allora lo sono...i morti sono tutti uguali e vorrei vedere lo stesso rumore mediatico anche x i nostri morti x mano loro...non parliamo poi della faziosita'di alcune radio locali...vedi casette d'ete....ora se questa e'una radio libera pubblicate questo post...altrimenti chiudete.
    Risposta
    Questa è e resterà una realtà editoriale (radio+sito) libera. Anche di fronte a chi parla ancora di "loro" contro "noi"
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications