Attualità
Porto Sant'Elpidio. L'attacco di Balestrieri sulla questione sicurezza in città :"Il sindaco continua a fare demagogia"

"Leggo sulla stampa che ancora una volta si parla di sicurezza, ma il sindaco continua a fare demagogia. Per quanto riguarda la questione telecamere credo che esse servono per mettere a fuoco strade e quartieri e dare quindi al cittadino quel senso di sicurezza maggiore in quelle zone dove la quotidianità è più difficile da affrontare". Comincia così il comunicato di Andrea Balestrieri, capogruppo consiliare di Fratelli d'Italia a Porto Sant'Elpidio e responsabile regionale del partito in materia di sicurezza. 

Porto Sant'Elpidio. L'attacco di Balestrieri sulla questione sicurezza in città :

"Peccato però che nella nostra bella Porto Sant’Elpidio il problema della sicurezza cittadina sia gestito da un assessorato completamente inadeguato che non sa affrontare nemmeno le criticità giornaliere delle principali zone dove c’è bisogno di un maggiore controllo; basti pensare alle palazzine a "ferro di cavallo" nella zona sud della città che sta diventando "terra di nessuno" - continua Balestrieri - Una maggiore sicurezza e minor degrado si ottengono rimuovendone le cause e ridando vitalità ai luoghi rifuggiti dalle buone attività o almeno agendo sul campo con la presenza e l’impegno delle forze dell’ordine (coi loro eventuali ausiliari), adeguatamente coordinate e supportate dallo specifico assessorato.


Su questo, la volontà politica dell’amministrazione locale è stata ed è tuttora latitante, per non dire sorda alle proposte dell’opposizione, delle quali, peraltro, potremmo fare un volume enciclopedico.

Ormai da anni alcune zone della città sono state occupate da sbandati e pregiudicati, che le hanno adibite ad immondezzaio-latrina e al consumo e spaccio di droga, disturbando ed opprimendo coi loro comportamenti e ruberie i cittadini e i turisti. Ormai non vi è più differenza tra giorno e notte ormai nel compiere ogni tipo di azione; l’ amministrazione non controlla gli ingressi in città forse perché non considera importante la questione, come testimoniato anche dal comportamento dell'assessore Carlo Vallesi che in un'assemblea pubblica ha ritenuto di non rispondere a una mia espressa domanda circa il posizionamento di due telecamere a nord e a sud città, specie a ridosso del casello autostradale.


Bisogna che le forze dell’ordine, insieme al comitato per la sicurezza e al Prefetto, presidino la zona in maniera costante anche per cercare di inquadrare le maggiori criticità della zona.


Mi rivolgo infine al Sindaco, ricordando che i cittadini ancora aspettano quel famoso elenco di coloro che affittano le abitazioni a disposizione di soggetti poco raccomandabili e ragazze dedite alla prostituzione.

Aggiungo anche che sempre dall'assessore Vallesi attendo di sapere sempre i nomi di chi affitta i garages per rimettere le auto di coloro che fanno parte della malavita organizzata.

Tali tematiche sono state approndite insieme agli organi di polizia?
Sindaco, occorre essere più concreti e meno demagogic: solo cosi’ possiamo sperare di riqualificare le zone a maggiore rischio criminalità".

Letture:1627
Data pubblicazione : 03/07/2017 10:33
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications