Attualità
"50 sfumature di Rosa", l'elisir di lunga vita nella mela dei Sibillini

COMUNANZA La mela rosa dei Sibillini segreto della longevità. "Da questo prodotto, sviluppo di una gastronomia locale tipica, turismo e opportunità occupazionali nella produzione e nei derivati", il report nell'incontro organizzato da Slow Food

"Le Marche regione più longeva d’Italia. L’area dei Sibillini quella dove il fenomeno è più alto. Molto dipende dall’alimentazione (ma non solo) ed uno dei segreti è la Mela Rosa. Un piccolo scrigno - raccontano gli organizzatori dell'evento "50 sfumature di Rosa" - non solo di bontà ma anche di proprietà benefiche, racchiuse in questo prodotto che trova il suo habitat ideale (microclima e terroir) proprio nella zona dell’entroterra a ridosso dei Sibillini. Mela Rosa che sta diventando motore di un nuovo sviluppo agricolo, di una gastronomia locale tipica, di un’attrazione turistica crescente e soprattutto della possibilità di creare occupazione sia con la coltivazione che con i suoi tanti derivati. Se ne è parlato con l’esperto dott. Luca Giacomozzi in una conferenza e laboratorio degustativo, che ha visto una straordinaria presenza di pubblico, organizzato da Slow Food Piceno, presso la Locanda del Gusto di Comunanza. Presenti oltre al responsabile Slow Food Piceno Nelson Gentili, sindaco e vice di Comunanza, Alvaro Cesaroni e Domenico Sacconi, il sindaco di Montedinove Antonio Del Duca, che ospita ogni anno “Sibillini in Rosa” la più importante manifestazione d’Italia su questo prodotto (quest’anno 31 ottobre e 1 novembre), il presidente Cna Ascoli Luigi Passaretti. Aspetti salutistici e gastronomici. La mela rosa ha proprietà antiossidanti 4 volte in più rispetto alle altre tipologie di mele in commercio, grazie ad un’alta percentuale di quercetina presente soprattutto nella buccia. Quindi importante funzione per rallentare l’invecchiamento e aiutare la prevenzione da alcuni tumori. In cucina molto versatile. La dimostrazione è stata data dalla maestria della chef Anna Maria Ciocca con un menù, dall’antipasto al dolce, tutto a base di mela rosa e dimostrazione di elasticità negli abbinamenti con vini diversi dalla vernaccia di Serrapetrona in vinificazione al bianco ribona da vitigno autoctono maceratino, al passito come quelli proposti, nella serata, dalla Cantina Fontezoppa di Civitanova Marche. La mela rosa elemento di rilancio della gastronomia locale. Il prodotto ha un trend di mercato molto positivo ed in continua crescita, tant’è che la domanda supera l’offerta. Buone possibilità di occupazione e reddito per chi produce (forti incentivi finanziari regionali per nuovi impianti) ma anche per chi realizza e commercializza derivati, alcuni già nati e sul mercato altri in fase di esserlo: non solo confetture, anche nelle varie combinazioni come quella mela rosa e tartufo dei Sibillini, ma anche birra, aceto e cosmetici a partire dalle creme".

Letture:2857
Data pubblicazione : 01/04/2015 11:56
Scritto da : redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications