Attualità
I Ministri Lorenzin e Giannini visitano il Fermano: tra sanità e scuola. GUARDA LE FOTO

Il Fermano al centro della vita politica nazionale ed europea. Dopo la visita del vice presidente della commissione europea Antonio Tajani (che questa mattina a pranzo ha incontrato all'Hotel Royal gli imprenditori del territorio) sono stati due i Ministri protagonisti di una due giorni quanto mai intensa. Ieri è stata la volta del Ministro alla Salute Beatrice Lorenzin che, prima dell'incontro al Royal di Casabianca, ha visitato Amandola per parlare del distretto montano. Questa mattina invece a Fermo è stato protagonista il Ministro all'Università ed Istruzione Stefania Giannini.

I Ministri Lorenzin e Giannini visitano il Fermano: tra sanità e scuola. GUARDA LE FOTO

Una mattinata quanto mai intesa quella di oggi, iniziata al Conservatorio Pergolesi dove il Ministro ha ribadito l'importanza dell'educazione musicale delle scuole e si è complimentata per la sede del conservatorio fermano. Ad accoglierla il presidente Carlo Verducci e il direttore Massimo Mazzoni. Il tour del Ministro è proseguito nella facoltà di Beni Culturali dove il clima era quanto mai delicato (era presente anche il rettore Lacchè) in vista della chisura della facoltà fermana voluta dall'Università di Macerata. Dopo Ingegneria è stata la volta del Montani di Fermo. Qui gli ex allievi hanno illustrato al Ministro il loro programma per la creazione di laboratori all'avanguardia. Ministro che è rimasto affascinato dalla grande storia del Montani, illustrata dalla preside Margherita Bonanni. A fare da guida il sindaco Nella Brambatti, il Prefetto Angela Pagliuca, i consiglieri regionali ed i vertici della Provincia di Fermo.

Ieri invece, il tema portante, è stato la salute. Quella di venerdi 16 maggio, è stata una giornata intensa per il Ministro della Salute della Repubblica Italiana –Beatrice Lorenzin, che ha girato le Marche per visitare i poli ospedalieri, in particolare quelli di piccola dimensione. Tappa serale delle 20,45 circa, è stata anche Amandola, dove il locale nosocomio è attivo da oltre 100 anni e serve cittadini di tre provincie e svariati comuni. Il ministro è stata accolta da una folta presenza di rappresentanti politici dei comuni dell’entroterra, facenti riferimento alle province di Fermo, Ascoli piceno e Macerata, oltre a esponenti della Regione Marche, ai direttori, ai responsabili, ai lavoratori dello stesso ospedale e ai tanti cittadini comuni, che hanno voluto far sentire la propria presenza. La visita molto veloce per la verità, dato il seguente impegno istituzionale a Porto San Giorgio, ha comunque fatto constatare alla Lorenzin, lo stato dei piccoli ospedali di territorio, partendo proprio dalle strade che rendono il Vittorio Emanuele II, uno snodo nevralgico per la sanità locale. Il ministro si è impegnato dopo aver constatato la reale necessità di strutture simili, a non tagliare ulteriormente le risorse destinate ai territori svantaggiati, rovesciando quella politica fatta finora, guardando più ai costi, che alla qualità dei servizi. Certo ci sarà il bisogno, ha continuato la Lorenzin, in un momento di Spending Review come quello attuale, di guardare anche alle zone ospedaliere, secondo un concetto di età anagrafica e numeri, ma aiuterà la Regione Marche, a mantenere presidi come quello dei Sibillini, garantendo anche l’umanità di un servizio importante come quello sanitario. Una radio locale ha poi domandato in definitiva al Ministro, se per lei sono importanti questi territori spesso dimenticati e che sono una ricchezza per l’intero paese Italia e con sorpresa la Lorenzin ha detto:
“Molto importanti e faremo di tutto per mantenerli. Anzi potrei anche scegliere di vivere qui un giorno, ho notato una pace e una tranquillità, fuori dal comune.” Il messaggio che è quindi passato da questo importante avvenimento, è che ospedali come quello di Amandola non verranno smembrati ulteriormente, rimarcando la necessità di strutture di base funzionali e ben rifornite. I cittadini dei Sibillini uniti, lo sperano.

Dopo Amandola il Ministro ha incontrato i fermani a Casabianca.

 

Letture:4218
Data pubblicazione : 17/05/2014 16:58
Scritto da : Paolo Paoletti e Marco Squarcia
Commenti dei lettori
2 commenti presenti
  • Aragorn

    18-05-2014 11:34 - #2
    Si ma non si capisce chi abbia invitato il ministro Lorenzin presso il nosocomio di Amandola...cosi come ancora non ho capito chi caspita devo votà per il completamento del famoso marciapiede... In un'occasione normale non sarebbe importante, ma visto che siamo in piena campagna elettorale, in piena elemosina di voti, sarebbe interessante capire chi ha organizzato la cosa e perchè... Se la visita del ministro Giannini è "di grande rilievo" (parole del Sen. Verducci) quella del ministro Lorenzin quale rilevanza avrà avuto? Cara radio locale...che pensavate che vi rispondesse? Che lo vì fa schifo? Perchè, invece, non avete domandato il motivo per cui presidi oggettivamente stategici ed indispensabili come quello di Amdandola non vengano tenuti nella giusta considerazione?
  • Paolo Bartolomei

    18-05-2014 01:02 - #1
    << Il Fermano al centro della vita politica nazionale ed europea >>? Maddechè ?? Vediamo se lo sarà anche dopo le elezioni. Tra meno di un anno la Lorenzin e la Giannini non saranno più ministri (come successo a tutti i loro predecessori, durati in media un anno), quelle di oggi saranno state parole al vento. Tra un anno saranno stati chiusi Provincia, Prefettura, Camera di Commercio, Università, Ospedale di Amandola, molti reparti del Murri. E poi vedremo nuove passerelle, magari in occasioni delle politiche dell'autunno 2014 (o al massimo primavera 2015) con nuove promesse, tanti complimenti al territorio ("com'è verde l vostra valle") e un sacco di auguri.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications