Attualità
La giornata dei quattro Papi e un desiderio: il Papa sovrano

27 aprile 2014. Grande data che nessun libro di storia potrà ignorare. Due Papi santificano due Papi. Una folla commossa. Non solo a Roma ma nel mondo intero. La folla dei media. La folla che da casa ha seguito l’evento in TV o sul web. La Chiesa, nonostante le tante difficoltà attraversate, attrae con forza. Attrae e unisce. Commuove e muove. Muove gli animi, i cuori, i cervelli. La Chiesa ha grandi uomini di cui fare vanto. Non solo del passato ma anche nel presente. Magari ne avesse oggi la politica…

La giornata dei quattro Papi e un desiderio: il Papa sovrano

In un mondo sempre più diviso, con una situazione internazionale pericolosa e che intimorisce, con un degrado morale e civile mai vissuto prima, c’è una Chiesa viva e rassicurante. Una Chiesa molto più rivoluzionaria degli attuali sistemi politici adagiati su privilegi e garantismi. Una Chiesa che rischia. Rischia giocando carte impensabili ma vincenti. Due Papi. E vederli insieme santificare i loro predecessori, non è una addizione aritmetica. In questo caso “2+2” non è un banale e scontatissimo “4” ma è immensità. E’ incommensurabilità che racchiude una speranza per molti sepolta. E ingloba l’ inglobabile.
L’ essere umano ha bisogno di questo. Ha bisogno di sentirsi parte di qualcosa di molto più grande e sensato. Niente a che vedere con l’ ormai fallito sistema politico. Ha bisogno di esempi di vita. Ha bisogno di Uomini con la U maiuscola. Ha bisogno del coraggio e della determinazione di cuori grandissimi come quelli di Papa Giovanni XXIII e Papa Giovanni Paolo II e ha bisogno dello stesso coraggio e determinazione, umiltà e generosità di menti e cuori come quelli di Benedetto XVI e Papa Francesco. L’essere umano per innamorarsi della vita ha bisogno di esempi carismatici che sappiano trasmettere valori.
E dove assistiamo, ormai inermi, al degrado di uno Stato che deve essere rivoluzionato e resta invece statico nel suo marciume, in quella stessa città assistiamo a qualcosa di così bello da far venire le lacrime agli occhi di gioia: quattro Papi. Ma con un valore decisamente diverso da un “2+2”.
Mi verrebbe la tentazione di auspicare un ritorno del Papa sovrano. Credo che questa Italia avrebbe solo da guadagnarne…

Letture:1862
Data pubblicazione : 28/04/2014 08:59
Scritto da : Nunzia Eleuteri
Commenti dei lettori
8 commenti presenti
  • Napoleone

    29-04-2014 14:18 - #8
    Per preti, padroni, militari e loro lacchè arriverà il giorno della Siberia.
  • flashplayer

    28-04-2014 18:23 - #7
    Tanto per la cronaca, l'inquisizione non ha niente a che vedere con la chiarezza e la coerenza rispetto agli insegnamenti della Bibbia, che parlano di cultura, educazione, gentilezza e amore verso tutti gli esseri viventi, incluse le mosche e le zanzare. La nostra devastazione non è molto meglio dell'inquisizione.
  • Paolo Landi - Firenze

    28-04-2014 17:28 - #6
    A questo punto chiamiamo a Fermo anche qualche parente di Egidio Albornoz, affinchè continui con l'inquisizione ...
  • flashplayer

    28-04-2014 16:49 - #5
    @ Petrini: ci crederò quando vedrò chiarezza e coerenza rispetto agli insegnamenti della Bibbia. Diversamente, è solo propaganda.
  • Star

    28-04-2014 16:41 - #4
    io invece propongo l'invasione dello Stato del Vaticano e mandare i 2 Papi in esilio ( ma chi se li piglia !!!!).
  • Fabio Petrini

    28-04-2014 16:31 - #3
    L'immensa folla presente alla santificazione di Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II dimostra che attualmente solo la Chiesa Cattolica è capace di coinvolgere in un progetto di vita persone di ogni parte del mondo. Dopo il crollo del comunismo e la crisi del modello economico liberale (in tutti e due i casi ideologie atee e materialiste) solo la dottrina sociale cattolica può rispondere ai bisogni spirituali e materiali dell'uomo.
  • flashplayer

    28-04-2014 15:21 - #2
    Finché i papi continueranno a privilegiare la quantità a scapito della qualità, le cose non potranno che peggiorare. Non sanno che il potere di propaganda è un'arma a doppio taglio? Che si sveglino e la smettano di contare i numeri, si preoccupino piuttosto della sostanza. C'è bisogno di un cambiamento reale, che può avvenire solo se allo sviluppo economico sostituiamo lo sviluppo spirituale, quello vero, non due Padre Nostro e quattro Ave Maria e poi giù di nuovo con le solite illusioni, le solite violenze, le solite parole parole parole....
  • mendicante

    28-04-2014 13:57 - #1
    Undici milioni di euro dalle istituzioni per canonizzare due Papi, che hanno stretto la mano a Pinochet, coperto preti pedofili e fatto morire di AIDS mezza Africa, negandole l'uso del preservativo. Questo ricorda molto A un papa di Pasolini, una poesia oggi più attuale che mai. Quante famiglie si potevano sfamare con 11 milioni di euro, senza contare l'8 x 1000 e tutto il resto? forse anche quella del povero Zucchetto, di cui parlava poprio Pasolini. Da una parte polevi antiche e gente che vive nella miseria, dall'altra lo spreco e la spettacolarizzazione di una fede, che dovrebbe essere atto privato, e sobrio. Abbiamo bisogno di tutto tranne che di questo. D'altronde se siamo fanalino di coda in Europa lo dobbiamo proprio a questo.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications