Eventi
Fondazione Rete Lirica delle Marche, presentato il programma triennale 2018-2020. Il prossimo inverno a Fermo "Il trovatore", "Così fan tutte" e "Falstaff"

Da stagione lirica a “Regione Lirica”: è proprio il caso di dirlo. La neonata Fondazione Rete Lirica delle Marche diventa operativa a tutti gli effetti.

Fondazione Rete Lirica delle Marche, presentato il programma triennale 2018-2020. Il prossimo inverno a Fermo

Dopo la costituzione ufficiale nel gennaio scorso, ieri nella sede della Regione Marche sono stati presentati il programma triennale 2018-2020 e la stagione 2018-2019 che coinvolge gli enti e i teatri marchigiani che ne fanno parte.
La Fondazione è stata costituita da Comune di Ascoli Piceno, Comune di Fermo, Comune di Macerata e Fondazione Teatro della Fortuna (soci sostenitori) e da Associazione Arena Sferisterio – Teatro di tradizione di Macerata, Fondazione Orchestra Regionale delle Marche e Rossini Opera Festival (soci partecipanti), a cui a breve si aggiungeranno altri nuovi soci partecipanti.
Fermo si onora anche di esprimere il Presidente della Fondazione, l’avv. Igor Giostra, che ha dichiarato: “Il modello della Fondazione è unico non solo nella nostra regione, ma anche a livello nazionale. La Fondazione è sorta proprio con la volontà di condividere idee, progetti e risorse in nome della qualità e del sempre alto livello musicale delle proposte e si avvale già di importanti e fruttifere collaborazioni con altre regioni”.

Dopo le coproduzioni e le circuitazioni regionali del triennio 2015-2017, con la Fondazione è stato di fatto varato un vero e proprio cartellone lirico regionale invernale, articolato da ottobre 2018 a marzo 2019, senza titoli reiterati e con l’obiettivo di allineare e armonizzare la programmazione dei vari teatri.
I titoli in cartellone per il 2018/19 a Fermo sono: Il trovatore di Giuseppe Verdi (il 18 ottobre in anteprima, con la prima fissata per il 20), Così fan tutte di Wolfgang Amadeus Mozart (anteprima il 22 novembre, la prima il 24) e, ad inizio 2019, Falstaff di Giuseppe Verdi (il 21 e 23 febbraio). Per il 2019/20 saranno invece: Turandot di Giacomo Puccini, Carmen di Georges Bizet e un terzo titolo da definire per l’inizio 2020. Per il 2020/21 saranno infine: La Traviata e Aida di Giuseppe Verdi e un terzo titolo da definire per l’inizio del 2021. La firma degli spettacoli sarà affidata a grandi maestri quali Henning Brockhaus, Pier Luigi Pizzi e Franco Zeffirelli, affiancati da giovani talenti emergenti come Valentina Carrasco e Roberto Catalano.


“L’attività della Fondazione prende corpo – ha detto il vice Sindaco di Fermo Francesco Trasatti che ha partecipato alla presentazione ieri in Regione – la programmazione triennale è la testimonianza di come si sia lavorato e si stia lavorando in modo compatto fra tutti gli enti coinvolti, un lavoro di squadra che ha come obiettivo un cartellone unico, in grado di far parlare e soprattutto godere di lirica dal nord al sud delle Marche in modo attivo, con una maggiore valorizzazione delle risorse e delle maestranze locali. Un vero e proprio modo di fare cultura a sistema, che potrebbe esser preso a modello e che allo stesso tempo promuove unitariamente la Regione della lirica”.
Fondazione che è nata dopo un triennio 2015-2017 durante il quale sono stati realizzati sei titoli d’opera, tutti in coproduzione e circuitazione regionale, fatto senza precedenti nelle Marche: L’Elisir d’amore di Donizetti, Il barbiere di Siviglia di Rossini, Madama Butterfly di Puccini, Il Flauto Magico di Mozart, Nabucco di Verdi e La Bohème di Puccini. Esperienza da cui è emerso che il contributo del FUS è cresciuto del 43%, quello della Regione Marche del 23%, mentre il pubblico pagante e gli incassi sono aumentati del 6%. Inoltre sono state attivate politiche congiunte per la formazione del nuovo pubblico e sono state realizzate campagne di comunicazione integrate.


Il lavoro della Fondazione in questa progettualità triennale vanterà importanti collaborazioni: oltre all’adesione del Conservatorio di Fermo e dell’Accademia di Belle Arti di Macerata in qualità di soci partecipanti, sono state stabilite sinergie con la Fondazione Teatro Pergolesi di Jesi – Teatro di Tradizione e con Enti extraregionali come la Deputazione Teatro Marrucino di Chieti – Teatro di Tradizione ed il Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto, creando così i presupposti per realizzare un sistema lirico-sinfonico autenticamente completo e integrato.

Letture:2339
Data pubblicazione : 09/05/2018 15:47
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications