Eventi
Altidona, Campofilone e Pedaso uniti nel nome della cultura: Giorgio Pasotti la star della quinta edizione della "Stagione Tr3atrale"

Per il quinto anno consecutivo Altidona, Pedaso e Campofilone si sono uniti per allestire una stagione teatrale comune, comprensiva di nove spettacoli (tre in ognuno dei comuni), che questa mattina è stata presentata nella Sala consigliare della Provincia di Fermo

Altidona, Campofilone e Pedaso uniti nel nome della cultura: Giorgio Pasotti la star della quinta edizione della

“Quale miglior luogo della Casa dei Comuni per presentare un'iniziativa di questo tipo? - si domanda retoricamente il vicepresidente provinciale Stefano Pompozzi -. La nostra idea è quella di premiare ogni tipo di attività che abbia una traccia e un segno di sinergia e collaborazione tra comuni: in questo caso, poi, si parla di cultura e di tre realtà che, nonostante le ben note difficoltà amministrative ed economiche di questo periodo storico, sono riuscite a destinare una parte delle proprie risorse all'allestimento di un programma di livello, non semplicemente di qualche appuntamento raffazzonato”.


Per tutte le spese di allestimento della rassegna ciascuno dei tre paesi ha attinto esclusivamente a fondi comunali. Uno sforzo sicuramente importante, a maggior ragione tenendo conto del fatto che il prezzo dei singoli spettacoli rimane invariato rispetto agli altri anni: 6€ per il biglietto standard, 4€ il tagliando ridotto per Under 14 e 10 € per lo spettacolo di Giorgio Pasotti a Pedaso, che rappresenta il momento clou dell'intera rassegna. “Sono prezzi assolutamente competitivi – commenta il vicesindaco e assessore alla cultura di Pedaso Carlo Maria Bruti -. Per organizzare eventi del genere e coordinarsi tra di loro i Comuni devono muoversi in una sorta di campo minato, ma le difficoltà aumentano l'orgoglio per l'allestimento di una proposta varia ed originale che non teme confronti con quella di realtà più grandi che possono permettersi risorse e strumenti più evoluti”.


La “Stagione Tr3atrale” si è aperta con un gustoso antipasto, la data zero del nuovo reportorio “Blues in tour tra Marche ed Umbria” della cantante Linda Valori, accompagnata da Maurizio Pugno, al Teatro di Altidona, e sempre ad Altidona vivrà il suo debutto vero e proprio venerdì 12 alle 21 con lo spettacolo “Fatto di coppia – tutto è bene quel che finisce male” di e con Piero Massimo Macchini e Michele Gallucci, per la regia di Paolo Figri. “Siamo arrivati alla quinta edizione di questa rassegna, a dimostrazione del fatto che gli obiettivi che ci eravamo prefissati sono stati raggiunti – commenta il vicesindaco di Altidona Giuliana Porrà -. Innanzitutto volevamo riaprire i nostri piccoli teatri (quello di Pedaso sfiora i 400 posti, mentre quelli di Altidona e Campofilone arrivano rispettivamente a 130 e 140 ndr) e farci circolare più persone possibile, rendendoli quindi dei luoghi di incontro e di socializzazione oltre che di cultura. Poi un altro elemento che abbiamo voluto garantire con i nostri tre spettacoli è stato quello di dare spazio ad attori locali”.
E in effetti, oltre allo spettacolo di Macchini e Gallucci, Altidona ospiterà “Le intellettuali” di Molière (domenica 25 marzo alle 17:30), nella riedizione portata in scena dalla compagnia Il Melograno di Montegiorgio e “Le scagnerate” (sabato 14 aprile alle 21, l'appuntamento finale della rassegna), rappresentata da Proscenio Lab per la regia di Tosoni e De Bernardin.
Una programmazione ampia, quella dei tre comuni, che punta a raggiungere un pubblico variegato proponendo una comicità non spicciola, ma una risata che faccia riflettere e che leghi umorismo e riflessione.


“A Campofilone – spiega Michela D'Alessandro, consigliera comunale con delega alla cultura – abbiamo scelto invece di presentare tre spettacoli ispirati alla letteratura classica: si comincia il 28 gennaio (ore 17:30) con “Le false confidenze”, spettacolo sul tema dell'amore intrecciato al complesso egoistico, poi si continua l'11 marzo (ore 17:30) con “Novecento, la leggenda del Pianista”, con il regista e attore Gioele Peccenini che riprende in forma di monologo l'opera di Alessandro Baricco per darne una visione densa anche attraverso musiche particolari. L'ultimo appuntamento è fissato per domenica 8 aprile (ore 17:30), con i ragazzi di Proscenio Lab che porteranno in scena “Misura su Misura”, uno spettacolo liberamente ispirato a “Misura per misura” di Shakespeare, di cui verrà proposto un recupero originale attraverso figure particolari che richiamano follia e verità”.


E infine gli appuntamenti di Pedaso che, esattamente come gli anni scorsi, essendo dotata della struttura più grande, ospiterà l'appuntamento di punta (domenica 18 marzo alle 17:30) dell'intero tabellone, “Forza, il meglio è passato", una sorta di one man show di Giorgio Pasotti intervallato da scene di danza a cura del Teatro Stabile d'Abruzzo.
“Anche Pedaso propone un'offerta profonda, originale e di tutto rispetto – commenta il vicesindaco Bruti, che poi conclude soffermandosi anche sugli altri due appuntamenti -. Il 4 febbraio (ore 17:30) si parte con uno spettacolo dialettale ('Sse cose porta male) a cura di una compagnia di Monte San Martino, una commedia legata ad affetti famigliari, alla morte e a cosa lasciamo dopo di noi, a testimonianza di come sia sbagliata l'equazione secondo la quale il teatro vernacolare coincida con un'eccessiva leggerezza e comicità. Il 18 febbraio (ore 17:30) sarà invece la volta de “La cantata dei giorni pari”, un tributo alla tradizione napoletana di Edoardo De Filippo per la regia di Pierluigi Tortora, che ha spesso collaborato a teatro con Toni Servillo".

 

 

 

Stagione_Tr3atrale_2018_2

 

 

Letture:2550
Data pubblicazione : 09/01/2018 13:16
Scritto da : Andrea Pedonesi
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications